top of page

Una settimana di benedizioni


Cari Parrocchiani,

questa settimana inizia con la benedizione degli animali per intercessione di S. Antonio abate. Seguirà poi la benedizione delle candele nella festa della Presentazione di Gesù al tempio o Candelora, poiché è Lui la luce che illumina il mondo. Sabato 3 febbraio ricorre la memoria di S. Biagio, per cui ci sarà la benedizione della gola. Ed essendo la prima domenica di febbraio la Giornata nazionale per la vita, benedirò anche i bambini nel grembo e le loro madri in attesa. Una settimana ricca di tanti riti di benedizione. Ma sappiamo cosa siano? Le benedizioni impartite dal sacerdote rientrano nei cosiddetti “sacramentali”, da non confondersi con i sette sacramenti istituiti da Gesù Cristo. I sacramentali sono segni sacri istituiti dalla Chiesa per preparare i fedeli a ricevere i sacramenti e per santificare le diverse circostanze della vita. Essi sono mezzi di grazia che derivano dai sacramenti e aiutano a disporre le anime alla ricezione delle grazie divinamente elargite nei sacramenti stessi. I sacramentali comprendono una vasta gamma di oggetti, preghiere, benedizioni, gesti e azioni che la Chiesa ha riconosciuto e istituito come mezzi di santificazione.Si è parlato molto nei giorni scorsi a proposito delle benedizioni di coppie di persone che vivono in peccato. La coppia in senso stretto è solo quella naturalmente voluta da Dio di un uomo e una donna che si sono donati reciprocamente con patto irrevocabile, fedele e aperto alla vita, ossia il matrimonio. In senso lato la coppia è la somma di due persone. Anche io e mio padre siamo una coppia, come pure due amici, oppure due fornicatori, due adulteri, due persone dello stesso sesso. Papa Francesco ha chiarito la questione: mai si può benedire il peccato, ma solo le persone che lottano contro il peccato. Le relazioni che offendono Dio non possono ricevere la benedizione di Dio, ma le persone che vorrebbero vivere in Grazia di Dio e chiedono aiuto in questo possono, anzi debbono, ricevere il sacramentale della benedizione sacerdotale, oltre a tutto l’affetto e la guida che merita ogni uomo di buona volontà.


don Pierpaolo Maria Cilla


25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page