top of page

La giornata mondiale del malato


Cari Parrocchiani,

l’11 febbraio ricorre l’anniversario delle apparizioni della Madonna a Lourdes, località sui Pirenei divenuto centro internazionale di preghiera e di consolazione, specialmente per i malati. Sono numerosissime le grazie spirituali che scendono sui tanti pellegrini che giungono da tutto il mondo. Non mancano, però, anche le grazie fisiche, come guarigioni impossibili e insperate. Per questo, da 32 anni nel giorno di Nostra Signora di Lourdes si celebra nella Chiesa Cattolica la Giornata mondiale del malato, in cui pregare, riflettere e manifestare una particolare cura e tenerezza verso coloro che più di altri sono partecipi della Passione del Signore.Dio non ha creato il male. Esso è entrato nel mondo a causa della disobbedienza del peccato. Cristo, addossandosi le colpe di ogni uomo, si è caricato anche di tutte le nostre sofferenze conseguenti ad esse. Prendere parte a questo mistero di amore significa collaborare alla salvezza del mondo e conseguire per sé un grande merito per la vita eterna. Curare gli ammalati, visitarli e confortarli, costituisce una delle sette opere di misericordia materiale, che sempre dovremmo praticare. Non dimentichiamoci di coloro che soffrono per noi. Facciamo loro sentire che sono perle preziose per tutta la Chiesa. Il mondo vorrebbe scartarli, noi cristiani li consideriamo centrali per la vita del mondo.


don Pierpaolo Maria Cilla


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page